Misure per i privati

(ART 54 DL 18 DEL 17/3/20)
La situazione di grave crisi economica derivata dalla diffusione del virus, ha comportato l'emanazione da parte del Governo italiano di numerosi provvedimenti in favore delle famiglie e dei privati, con particolare riguardo ai soggetti più in difficoltà. La Banca si è attivata per predisporre gli strumenti necessari per poter accedere a tali misure:
  • Misure di sostegno per famiglie e privati consumatori;
  • Moratoria su finanziamenti e mutui alle famiglie.
 
Misure di sostegno per famiglie e privati consumatori
 
I titolari di un mutuo contratto per l'acquisto della prima casa possono beneficiare della sospensione del pagamento delle rate fino ad un periodo massimo di 18 mesi, al verificarsi di specifiche situazioni di temporanea difficoltà, espressamente previste nel regolamento del Fondo di solidarietà, compresa la sospensione dal lavoro o riduzione dell'orario di lavoro per  un  periodo  di  almeno trenta giorni lavorativi consecutivi, anche in attesa dell'emanazione dei  provvedimenti  di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito.
 
Aggiornamento del 05 maggio 2020 a seguito dell'emanazione della L. 24 aprile 2020 n. 27 di conversione D. L. 17 marzo 2020 n. 18.
 
Tipologia di intervento
Sospensione integrale (capitale + interessi) per un massimo di 18 mesi (9+9) prorogandone la scadenza
Finanziamenti ammissibili
Mutuo per l’acquisto o per l’acquisto + ristrutturazione (no costruzione o sola ristrutturazione) della prima casa:
  • importo erogato non superiore a € 400.000
    (importo aumentato da 250.000 a 400.000 con la conversione in Legge del DL 18/2020)
  • eventuali impagati non superiori a 90 gg 
  • immobile non di lusso (no cat. A1, A8 e A9)
  • mutuo per il quale si è già beneficiato della garanzia prima casa
Soggetti Beneficiari
Privati consumatori e Famiglie a seguito di: 
  • cessazione rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato
  • cessazione rapporto di lavoro parasubordinato, o di rappresentanza commerciale o di agenzia
  • morte o riconoscimento grave handicap o invalidità civile non inferiore all’80%
  • sospensione dal lavoro per un periodo di almeno trenta giorni lavorativi consecutivi o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno trenta giorni lavorativi consecutivi e per almeno il 20% dell’orario complessivo, anche in attesa dell'emanazione dei provvedimenti di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito
Modalità Operative
Le richieste vanno presentate dai clienti tramite la sottoscrizione del modulo di domanda compilato in ogni sua parte, disponibile sul sito Consap.
Tale modulo e la relativa documentazione (richiesta in calce al modulo stesso), dovranno essere inviati alla Banca a mezzo e-mail o PEC; l’Ufficio che prenderà in carico la pratica provvederà all’inserimento della richiesta nel portale della Consap.
La sospensione è attiva dopo la conferma di Consap.
La Banca darà comunicazione al Cliente solo in caso di esclusione o non autorizzazione da parte di Consap.
La misura può essere attivata fino a dicembre 2020.
Per eventuali dubbi si prega di consultare le FAQ del sito CONSAP
Moratoria su finanziamenti e mutui alle famiglie
 
Accordo ABI – Associazioni Consumatori
 
Grazie all'accordo stipulato tra ABI e le principali Associazioni dei consumatori, è possibile richiedere la sospensione della quota capitale, dei finanziamenti delle persone fisiche, per un massimo di 12 mesi.
 
Tipologia di intervento
Sospensione della quota capitale per un massimo di 12 mesi delle rate di finanziamento garantiti da immobili e degli altri finanziamenti rateali.
Finanziamenti ammissibili
  • i mutui garantiti da ipoteche su immobili non di lusso;
  • i mutui per acquisto abitazione principale ma non rientrano nei benefici del Fondo Gasparrini;
  • i prestiti non garantiti da garanzia reale, erogati prima del 31/01/2020.
Soggetti Beneficiari
Sono beneficiari dell'iniziativa i titolari di un contratto di finanziamento, che successivamente alla data di stipula dello stesso si trovino in una delle seguenti condizioni:
  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato;
  • cessazione del rapporto di lavoro ex art. 409 n° 3, cpc (rapporti di agenzia, rappresentanza, collaborazione);
  • sospensione del lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi;
  • riduzione di almeno il 20% dell'orario di lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi;
  • lavoratore autonomo* e libero professionista*, che abbiano subito una riduzione media del fatturato giornaliero del 33%;
  • morte del mutuatario;
  • riconoscimento di handicap grave (ex art. 3, comma 3 legge 104).
Modalità Operative
Le richieste vanno presentate dai clienti tramite la sottoscrizione dell'apposito modulo di sospensione compilato in ogni sua parte. Se il richiedente è un lavoratore autonomo o libero professionista è necessario compilare anche l'autodichiarazione.
Tale modulo e la relativa documentazione (richiesta in calce al modulo stesso), dovranno essere inviati alla Banca a mezzo e-mail.
La misura può essere attivata fino al 30 giugno 2020.
* Per lavoratore autonomo si intende il soggetto la cui attività è ricompresa nell'ambito dell'art. 1 della legge 22 maggio 2017, n. 181 (attività non imprenditoriali. Sono pertanto escluse le imprese e le ditte individuali); per libero professionista si intende il professionista iscritto agli ordini professionali e quello aderente alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in possesso dell'attestazione rilasciata ai sensi della medesima legge n. 4 del 2013.